Echoes - The Pursuit


Echoes.Basta la copertina e la prima traccia del loro debut per inquadrare immediatamente questa band.
La foto di un cigno e l’opener “Empty Lungs” (traccia mozzafiato) , mettono tutto a fuoco: emozione. L’eleganza del cigno e il vibrante pathos della canzone, si amalgamano in maniera perfetta e univoca, cosi come si amalgama il bellissimo blend di post-rock e post-hardcore che la band inglese propone nel proprio debut “The Pursuit”.
Difficile dire se, in questo album, il post-rock sia al servizio del post-hardcore o viceversa perché il tutto è perfettamente incastonato in un'unica sostanza tale da non riuscire a percepirne la differenza.
L’album è pregno di soundscape che sono un condensato di tutte le migliori melodie degli ultimi anni ed è impossibile non ammettere la grande dedizione e passione che giovane band inglese riversa nel propio disco con una freschezza musicale non di poco conto.
“The Pursuit” respira,sogna e vive di una propia e precisa identità cosa che è difficilissima da riscontrare in altre band simili anche se, pensandoci, non mi viene in mente nessuna similitudine con gli Echoes.
Potremmo dire che se i Deafheaven sono i principali esponenti del “blackened post-rock”, ora con “The Pursuit”, gli Echoes sono diventati i principali esponenti del ”post-rock hardcorizzato”, ma il tutto ovviamente è lasciato a libere interpretazioni ed "etichettature". Quello che conta è che il debut di questa giovane band è possente, a dir poco emozionale e indiscutibilmente riuscito. Inutile discutere di eventuali highlights del disco perché, tutta l’intera opera, trasuda una grandissima cascata di emozioni ridondanti.
Se non vi aggradano le melodie sognanti o le sfuriate post-hc, ”The Pursuit” è un ottimo spartiacque per farvi cambiare idea e, anche se questo non accadesse, di sicuro apprezzerete l’operato di questa promettente band.
In definitiva, ”The Pursuit” è un’album da ascoltare e riascoltare assolutamente perché è un distillato concentratissimo di pathos musicale ed emozioni. Se volete ascoltare il suono di uno stormo di cigni che si alza in volo al rallentatore da un placido stagno invernale, allora “The Pursuit” farà al caso vostro. Se, invece, dei cigni non ve ne sbatte minimamente la minchia, beh…allora...ascoltatelo lo stesso.


 Francesco Tinella


Share on Google Plus

About Francesco Tinella

YDBCN è un collettivo di persone disagiate che odia la musica
    Blogger Comment