30 Seconds To Mars @Rock In Roma


Thirty Seconds To Mars concerts are probably a parallel world where people of different musical extrapolations sings the same songs. This year’s “Rock In Roma” offers an array of artists one more clamorous than the next, thinking that the affluence has been the one that has been, makes me think how Mars phenomenon is a not indifferent social collector, BUT. Before the concert we put up with one hour of an absolutely awful DJ set, if he had put some rock songs, no one would be offended, but he decided to put some techno shit. That asshole of Shannon decided to drive drunk and without driving license so we did not have the pleasure to hear him live. There aren’t other ways to define him if not “asshole”. The set has been managed by his brother that, in some way, saved the situation. Of the 75 minutes of the concert, about 30 minutes has been spent chatting with the fans and repeating the same choirs in loop, that is ok, but they cut off too much stuff. The greatest moment of disappointment has been reached with the total disrespect towards the album that consecrated them, A Beautiful Lie. You can’t just take “From Yesterday” and “The Kill” and play these songs in acoustic, no, it’s not enough. Guilty the fact that they weren’t able to play these songs without the backtracks, and so without Shannon they weren’t even able to replicate “Attack”? Guilty twice then. Lots of fans have been annoyed because the “ Metal” male component loves that album, and being a good 50% of the audience (excepted me) the thing created a lot of disappointment, absolutely justified on the basis of what I said before. The beginning of the gig has been the same of the last concerts, from “Night Of The Hunter” to “Do Or Die”, pure phenomenon, every single word shouted breathlessly. Then the acoustic set, with “Hurricane” as always sacrificed, “The Kill”, “Northern Lights”, whose words were known by a very little part of the audience, and “From Yesterday”. So cabaret, a lot of scene, Jared managed to catch the audience, spending warm words about our country and criticizing the ones who, touring around the world, misses Italy. The ending of the gig has been slower, dwelt but not less effective, “Closer To The Edge” is one of that songs which you dream at night to sing live, and so it has been, every riff, every strophe, every “NO” sung with the highest volume. Audience up to the stage and ending with the more danceable “Up In The Air”. In This “Economic version” of 30 Seconds To Mars with 2 out of 3 components we appreciated a lot of things, and other less, but the show itself leave an indelible scar into the mind. An advice to the fans that instead of singing and jumping prefers to film the show, you haven’t understood too much about the soul of a rock concert like this, or probably is the twentieth time you see them. This experience must be done and repeated, possibly dyeing the hair of some strange colors or wearing some weird clothes. I want a 30 Seconds To Mars concert everyday.


 

I concerti dei 30STM probabilmente sono un mondo parallelo al normale dove persone di tutte le estrapolazioni musicali si ritrovano a cantare le stesse canzoni.
Il Rock in Roma di quest'anno propone una serie di artisti uno più clamoroso dell'al
tro e pensare che comunque l'affluenza è stata quella che è stata mi fa rendere di quanto il fenomeno Mars sia un collettore sociale non indifferente. MA.
Prima del concerto ci siamo sorbiti 1 ora di DJ set veramente orrendo, avesse messo direttamente qualche canzone rock non avrebbe fatto un torto a nessuno invece ha dovuto mettere roba techno ignobile.
Quel coglione di Shannon ha deciso di guidare ubriaco e senza patente quindi non abbiamo avuto il piacere di averlo live. Non ci sono altri epiteti per definirlo se non "coglione". Il live è stato retto dal fratello che in qualche modo ha salvato la situazione. Dell'ora ed un quarto di concerto una buona mezz'ora è andata in chiacchiere coi fan e ripetizioni dei cori all'infinito, che mi sta bene, ma hanno tagliato troppa roba. Il punto di mio maggior disaccordo nella serata è stato raggiunto con la totale mancanza di rispetto verso l'album che li ha consacrati, A Beautiful Lie. Non basta prendere From Yesterday e The Kill e farle acustiche, no, non basta. Colpa del fatto che non avevano le basi per rifarle live e quindi senza Shannon non hanno potuto replicare nemmeno Attack? Colpevoli due volte allora. Molti fan hanno storto il naso e sbuffato perchè c'è da dirlo, la componente maschile più "Metal" è più affezionata a quel cd ed essendo un buon 50% del pubblico (io faccio eccezione a riguardo) questa cosa ha creato dei malumori. Assolutamente giustificati in virtù di quanto sopra detto.
L'inizio del concerto è stato quanto di più canonico proposto negli ultimi live da Night Of The Hunter a Do Or Die, fomento puro, ogni parola cantata a perdifiato.
Poi il set acustico con Hurricane, come sempre sacrificata, The Kill, Northern Light di cui le parole erano conosciute da pochissimi e From Yesterday. Molto cabaret, molta scena, Jared ha saputo magnetizzare il pubblico spendendo parole calorose nei confronti del nostro paese e criticando chi suonando lo evita.
Il finale del live è stato più lento, dilungato ma non per questo meno efficace, Closer To The Edge è una di quelle canzoni che sogni la notte di cantare live e così è stato, ogni giro, ogni strofa, ogni "no" a volumi altissimi. Pubblico sul palco e finale dedicata alla più ballabile Up In The Air. In questa "versione economica" dei 30STM con 2 componenti su 3 abbiamo apprezzato molte cose ed altre meno, ma lo show di per se lascia una cicatrice indelebile nella mente.
Un consiglio ai fan che invece che saltare e cantare si perdono lo show per filmarlo, non avete capito molto dello spirito di un concerto come questo oppure è la ventesima volta che li vedete.
Questa esperienza va fatta e ripetuta, possibilmente tingendosi i capelli di qualche colore improponibile o vestendosi in modo assurdo, ogni giorno vorrei un concerto dei 30STM.
Share on Google Plus

About EdO-M

YDBCN è un collettivo di persone disagiate che odia la musica
    Blogger Comment