Betraying The Martyrs - Phantom


“LET IT GOOO!!!LET IT GOOO!!!”…ehm…ok basta.
Ed ecco che i Betrying The Martyrs arrivano con “Phantom” al scondo album di studio sempre sotto l’ala protrettice della Sumerian Records, album di cui negli ultimi giorni si vocifera non propio in maniera piacevole e che sicuramente gia sapete gia di cosa io stia parlando…ok…mi sono trattenuto per poche righe ma adesso non ce la faccio più…DISNEYCORE!
Ebbene si…calmi calmi..ci arriveremo a “Let It Go”..certo che ci arriveremo…come minimo!
Scherzi a parte,il secondo full-lenght della band parigina parte col botto: l’opener “Jigsaw” infatti è una bomba in tutti i sensi in cui tutto esplode.Le ritmiche poderose e i riff possenti sono di notevole fattura…peccato che il resto del disco a parte poche tracce come “Where The World Ends” e “Phantom” esso si risolva in brani troppo similari in cui la stessa solfa viene riproposta in maniera pressappoco identica con delle clean che invece di rendere l’ascolto più fluido non fanno altro che renderlo più “spiazzante” in quanto queste ultime ( mio avviso) non si amalgamano bene come dovrebbero. Comuque sia i BTM dimostrano di saper maneggiare gli strumenti con una certa perizia, che però vede risolversi il tutto in troppa carne al fuoco in maniera a tratti troppo confusionaria. Poi, come se non bastasse, ci si mettono in mezzo anche dei veri e propi filler:"L'abyss De Anges", "Afterlife" e "Your Throne" che complessivamente hanno la durata di circa 6 minuti hanno il palese compito di allungare inutilmente il minutaggio del disco coprendo di conseguenza anche quei pochi momenti interessanti che "Phantom" ha da offrire.


Ed ora arriviamo alla traccia del secolo: ”Let It Go”.
Questo “brano” sarebbe una “cover” di una canzone estratta dal cartone animato della Disney,”Frozen” .Eh si della Disney. Non ho assolutamente niente contro la Disney(anzi ammettetelo quasi ognuno di noi è cresciuto con essa)e non ho assolutamente niente in confronto alla sperimentazione di qualunque natura essa sia anche se per sperimentazione intendiamo fare una cover di una canzone della Disney, però in questo caso no…NO.
Mettendo in chiaro che non conoscevo assolutamente la canzone di Frozen,da incosciente ho guardato il video di “Let it Go”.
Inizialmente la canzone mi pareva carina,ma al ritornello ascoltando quella “cosa” sono scoppiato a ridere e vi giuro che ho pensato :“Ma che è sto ritornello alla Disney Channell??”. Poi, leggendo i commenti, si è chiarito tutto. Non si può. Assolutamente non si può ascoltare,e non mi venite a dire che in fondo è carina perché cazzo,non si può salvare una merda del genere. Non si può e non si deve. Se l’avessero fatta in stile slam di certo ne avremmo potuto parlare ma state sicuri che l’originale in confronto alla cover dei BTM è un assoluto capolavoro.
E ora via,sapete come far sprofondare un album decente in un album al limite del ridicolo solo per colpa di un'unica traccia e che si sappia: questo per i fan dei Betraying The Martyrs non sara l’album che farà ricordare tracce come “Jigsaw” o “Where The World Ends”, no: “Phantom”sarà l’album di “Let it Go” e della nascita ufficiale del Disneycore.

E ora prendiamoci per mano e tutti insieme appassionatamente gridiamo ai BTM:“LET IT GOOOO!!! LET IT GOOO!!TURN AWAY E SLAM THE DOOR!!”
                                                                     
 Francesco Tinella

Share on Google Plus

About Francesco Tinella

YDBCN è un collettivo di persone disagiate che odia la musica
    Blogger Comment