Vanessa Van Basten - Disintegration EP

I Vanessa van Basten chiudono battenti (a tempo indeterminato) con un doppio EP: il qui trattato 'Disintegration' (riarrangiamento di vari bravi dell'omonimo album dei Cure) e la raccolta di inediti/rarità 'Ruins'. Nel loro ambiente sono stati sicuramente tra i migliori ed i più interessanti nel panorama italiano, riuscendo ad inglobbare tratti come il dark-wave, lo shoegaze e l'industrial. Questo 'Disintegration' è qualche spanna sopra al gemello 'Ruins' nonostante non apprezzi particolarmente i 'The Cure'. Quattro tracce reinserite nel contesto post/shoegaze capaci di catturare l'attenzione e allo stesso tempo di scorrere come se fossero un'intera suite basata su quattro movimenti, ognuno dei quali a far emergere un elemento cardine della one man band (Shoegaze, Post, Industrial e Psichedelico) Non si parla di un vero e proprio tributo, bensì di una vera metamorfosi che avvolge il materiale dark-wave e lo fa suonare come se fosse d'appartenenza di Morgan Bellini. Il sunto artistico di una carriera lunga dieci anni, di un talento non indifferente e forse troppo dimenticato.




Tracklist:

Plainsong
Closedown
Fashination Trip
Retitled


Recensore: Federico Manciocchi

SENTENZA: Belli quanto Gullit



Share on Google Plus

About EdO-M

YDBCN è un collettivo di persone disagiate che odia la musica
    Blogger Comment