Recensione: Horrendous Rebirth – Devouring Chaos


Quando si tratta di parlare e giudicare una band italiana sono sempre speranzoso di dover ascoltare un prodotto fresco, valido, a riprova del fatto che in Italia il metal lo facciamo bene, ma stavolta ammetto a malincuore di esser rimasto un po' deluso. Il quartetto siciliano, dopo un buon demo uscito qualche anno fa, cerca di fare il salto di qualità, rilasciando un full-length che lascia però un po' delusi, almeno personalmente, a partire dalla scelta dell'ordine delle canzoni nel disco. Per quanto mi riguarda, all'inizio di un disco ci vuole una buona canzone di opening, di quelle che riescono a catturare l'attenzione dell'ascoltatore e ad invogliarlo ad ascoltare il resto del disco, mentre qui, come opening viene proposta forse la peggior traccia del disco, ovvero “This New War”. Moscia, con poca fantasia nel song-writing. Successivamente il disco si riprende, offrendo sferzate di ottima brutalità con brani come “Haunted” oppure “They Devour”. A metà dell'opera troviamo le due migliori canzoni del disco, ovvero “Mechanical Evisceration” e “Extinction”, che propongono un ottimo riffing, dal punto di vista di ogni strumento. Altra traccia degna di nota è “Brainless”, dove troviamo un'ottima parte solista della chitarra e qualche riff ispirato qua e là. Generalmente il disco scorre abbastanza bene, anche se finisce con l'annoiare un po', presentando alcune canzoni che non danno alcun tipo di contributo al disco. Ho gradito molto la presenza di influenze da parte di band importanti per la scena death come gli Immolation e qualche pezzo in vecchio stile Cannibal Corpse. Ammetto che è molto difficile oggi sfornare un disco brutal death di qualità, poiché ormai è un genere che è stato a lungo sperimentato, quindi riconosco comunque agli Horrendous Rebirth il merito di averci provato, scrivendo un disco che non è completamente da gettare. Non male, considerando che questo è il loro primo vero disco. Mi auguro che possano continuare a sperimentare e migliorare, offrendo musica brutale di qualità sempre più alta.



Tracklist
1. This New War 
2. Haunted 
3. They Devour 
4. Mechanical Evisceration 
5. Extinction 
6. Brainless 
7. Nailed



Recensore: Alberto Orbi Martire degli All That Remains

SENTENZA: *paroloni brutal e immagini cattive*




Share on Google Plus

About EdO-M

YDBCN è un collettivo di persone disagiate che odia la musica
    Blogger Comment