Recensione: Humangled - Prodromes Of A Flatline



MANNAGGIA A CRISTO PER TROVARE L'ARTWORK ONLINE CHE TUGURIO. TENETEVI QUELLO CHE HO TROVATO.....


Quindi, ho cercato di mettere ordine nel disordine. Questo cd è uno dei più disordinati che io abbia mai sentito nella mia vita, ci sono un sacco di cose a caso, dalle tastiere, ai passaggi thrash, a certe scale venute fuori dal niente, a qualche breakdown groovy, poi senti i Cannibal Corpse, poi senti i The Faceless, poi i Satyricon omosessuali.

Quest'ultimo cd degli Humangled, band che ho avuto modo di seguire praticamente di release in release finalmente si distacca dai canoni degli anni 90 per abbracciare qualcosa di più vario ma talmente indefinito e confusionario che non riesce veramente a prendermi. Un po' come i Natron di fine 2000 che avevano iniziato a contaminarsi con qualche cosa techno-thrash. Non ho avuto modo di apprezzare una traccia che fosse una di questo cd anche per via di difetti strutturali, non c'è mai un uncino che catturi l'ascoltatore, nessun riff di quelli proposti rimane in mente al primo ascolto ma non è neanche vero che se lo ascolti più volte ti entrano in testa. E' una dimensione assurda e quasi alienante, l'anima progressive dell'album è invadente e costantemente disturbante, ti toglie l'attenzione, devia le canzoni in qualcosa che è gusto personale dell'ascoltatore apprezzare come "scelte raffinate" o come "cumulo di riff uniti con la colla". Il prendere poco seriamente il genere è un'ottima cosa di questi tempi ma allo stesso tempo viene presa troppo sottogamba la musica.
Il mio sesto senso mi dice che questo cd è stato fatto con poche idee veramente buone e che c'è molta diluizione nell'intera tracklist tale da far scomparire "il bello". Nota finale per To Mega Therion, la canzone credo sia una Cover dei Therion ma è talmente inadatta  ed ingiustificabile nel contesto dell'album da renderla solo uno dei peggiori esperimenti di Cover mai fatti dopo quello dei Fleshgod sui Carcass (Potevate prende quella dei Siniter no?????)
Tanta delusione....

Complimenti a chi vi pubblicizza, non si trova nemmeno una canzone dell'album Online. WELL DONE.

Tracklist
1. Liberté, Égalité, Brutalité
2. 4:03
3. Men of Straw
4. Foretasted in Flesh
5. Intimacy Curse
6. Untastable Fear
7. Fragments
8. Cauterized
9. Vegan Realm
10. To Mega Therion (Therion Cover)


SENTENZA: La giustificazione non è valida



Recensore: Edoardo Del Principe


Share on Google Plus

About EdO-M

YDBCN è un collettivo di persone disagiate che odia la musica
    Blogger Comment