Recensione: The Juliet Massacre - Human Abuse "BREEEE BREEEE"

Piango.
Perchè, cari The Juliet Massacre non avete usato e preso i suoni del vostro primo cd? Perchè? Il suono del rullante è pessimo (apprezzo che sia acustico, tantissimo, però...) perchè le chitarre suonano così sabbiose che sembrano uscite da un cd degli Asphyx?? L'unica cosa che esce bene sono le voci. Il rammarico totale, sopratutto perchè i suoni hanno "rovinato" un cd con canzoni atomiche quali Earth Annihilation, The Tragedy Of The Guns  e Gli Anni di Piombo (Gesù santo che sassata di canzone).
La band abruzzese riprende il concetto di Melodic Death Metal e lo integra nel moderno Deathcore con quell'attitudine tutta figlia dei Waking The Cadaver nelle parti slam, vero marchio di fabbrica del gruppo. Il cd è ancora più personale dei precedenti lavori e riesce a mio modo di vedere a non scontentare realmente nessuno, sia i fan del brutal che del -core possono trovare in questo cd ottimi motivi per seguire i 6 ragazzi di Vasto.
Il lavoro ritmico che integra gutturali, doppio pedale e chitarre è spesso il vero fiore all'occhiello delle canzoni ma va menzionato anche un sempre maggiore feeling con la melodia che crea una dicotomia così pesante e stravagante da portare il concetto di Death-Brutal-Slam-core ad un'altro capitolo della propria evoluzione. Quello che era inizialmente il Deathcore dei primissimi Suicide Silence e The Black Dahlia Murder rivive sotto le note di Human Abuse, un cd che se avesse avuto una produzione più degna sarebbe stato messo nell'olimpo dei miei cd preferiti di sempre usciti dal suolo Italico...


La tracklist di “Human Abuse”:
01. Human Abuse
02. Earth Annihilation
03. Chocking the Last Breath – feat. Alessandro Falà
04. Drown in the Dust
05. Suffering in a Lake of Solitude
06. The Tragedy of the Guns – feat. Julien Truchan
07. Beaten & Killed
08. Her Violated Body
09. Freedom of Speech
10. Slam Against the Injustice – feat. Radim
11. Gli anni di piombo

SENTENZA: BREEEE BREEEE


Recensore: Edoardo Del Principe


Share on Google Plus

About Edoardo Del Principe

YDBCN è un collettivo di persone disagiate che odia la musica
    Blogger Comment