Realm Of Piri Piri: Demiurgon - Above The Unworthy


Signore e signori, il miglior cd Death Metal made in Italy dell'anno (per ora).
Precedentemente conosciuti come Hatred, questi ragazzi riescono a collezionare un lotto di canzoni per un'opera che rimarrà nel tempo.

 Nulla da invidiare a compagnie più navigate come Hideous Divinity o Purtridy, il sound dei Demiurgon è personale , se pur derivato da alcuni grandi maestri del genere, in testa gli immortali Immolation, ma aggiunge e spezzetta qua e la per scontornare un blocco di marmo che ascolto dopo ascolto prende sostanza e carattere. La cosa che va sottolineata in primis sono quei tipici pattern brutal che vengono inseriti in un contesto ritmico più moderno e vario e questo fa la differenza in ogni canzone, il fatto di mettere tra blast e raddoppi di cassa qualche riff più groovy e melodico riesce ad alleggerire il peso dell'ascolto che rimane sempre in qualche modo vigile su delle melodie portanti, a tratti sorrette poi, come dicevo, da soluzioni ritmiche di ottima fattura. Se in un cd brutal, oggigiorno, non trovi passaggi a vuoto dove c'è palm muting giusto per fare casino, dove ci sono sedicesimi giusto per fare il blast, dove c'è il growl cavernoso giusto per non far capire niente, vuol dire che questi ragazzi sanno fare il genere che si sono prefissati di suonare. I pezzi hanno un inizio ed una fine con uno zenith spesso rivolto verso la fine della canzone che conclude il discorso musicale, spesso unendo tutti i fattori (brutalità+melodia+groove). NESSUN passaggio a vuoto, questo cd è scritto in maniera esemplare e fa male, malissimo, ad ogni ascolto.
Se amate i primi Decapitated, gli Immolation vecchio stile e Suffocation, questa uscita risulterà inaspettatamente soddisfacente.



Tracklist
1. 
Rex Mundi 03:59 
2. 
3. 
4. 
5. 
6. 
7. 
8. 
9. 
10. 

SENTENZA: Lode al dio del Death Metal


Recensore: Edoardo Del Principe




Share on Google Plus

About EdO-M

YDBCN è un collettivo di persone disagiate che odia la musica
    Blogger Comment