Le 6 cose più fastidiose delle band emergenti

Come tutti quelli che hanno avuto una band ho fatto degli errori, alcuni macroscopici, altri minuscoli ma significativi. Il fatto paranormale è che ogni cazzo di band nuova che si affaccia al panorama italiano pare debba essere "il nuovo fenomeno del momento" e non impara UN CAZZO da quelli venuti prima. Scopriamo quindi quali sono le cose che rendono insopportabili tali elementi.


#1 
una canzone e 5mila likes su facebook
Non sei nemmeno nato ed hai 5 mila fan? Lo capite si o no che le campagne su facebook sono ridicole? Poi guardate la gente che mette "mi piace" che in realtà sono 2 o 3. Significherà qualcosa no? Prima canzone, video con il testo o proprio videoclip, ovviamente osceni e senza personalità e nessuno ti si caga. Però hai mille mila likes comprati. Utilissimo. Una volta prima di pubblicare qualcosa si aveva la decenza di provarlo live se funzionava. Sempre che esista ancora il concetto di suonare live.

#2
"Hanno Pagato"
Benvenuto nel mondo dove ti regalano tutto. Per avere una prestazione da parte di un manager bisogna pagarlo. Se poi sei mongoloide e ti appioppi un manager del cazzo che ti incula i soldi e non lavora non c'ha colpa nessuno.

A quel punto però non devi dire al gruppo "eh ma hanno pagato", caro mio, ma "visto quanto siete idioti?".

Il concetto di base è semplice ma importante perchè l'arte non è una cosa astratta e senza valore, i soldi sono soldi, la gente paga ed eroga servizi come in tutti gli altri ambiti. Considera i soldi spesi nella musica un investimento, non un "barare", poi gli investimenti possono fruttare o meno.


#3
Backline
Come pretendi di suonare se il tuo unico strumento musicale è una scheda audio?
Parliamoci chiaro, per suonare bisogna avere tutti la strumentazione, poi ci si può mettere d'accordo se sia meglio avere testata e cassa, andare in diretta, usare il pc e tutte queste menate, ma prima di tutto si suona con quello che si ha. Non si può andare in giro sperando di scroccare le cose degli altri perchè la prima cosa che differenzia una band qualunque da una professionista è la cura nel SUONO.

#4
"E ma c'era poca gente, non supportano l'underground"
Se sei una realtà locale, poco conosciuta, ai primi live, senza una identità che suonicchia benaccio ma nemmeno bene perchè ti lamenti del pubblico? Pubblico o non devi far il musicista e suonare al 110%. Poche storie sul supportare o meno la scena, e smettetela di fare i rancorosi perchè la vostra band ha 20 spettatori e quell'altra 100. Siete patetici. Smettetela di fare i rancorosi perchè c'è gente che suona e voi no. Ad ognuno i suoi "cazzi e mazzi". 

#5
il cantante che parla in growl o in inglese
Caro mio Ozzy Osbourne non sei a wembley a cantare davanti a 2000 persone o nemmeno Karl Sanders dei Nile, sei uno stronzo qualunque che dovrebbe far capire quello che la gente sta per sentire. Potresti avere almeno la grazia di parlarci come cristiani normali.


#6
E' tutto gratis
Dire "grazie" non è mai abbastanza. L'abitudine di certi artisti di pretendere Drink no-limits, cibo no-limits, la puttana di turno, un tavolo da poker, rompere cose ecc è quanto di più fastidioso possa esistere. Quello non è colpa di essere musicisti emergenti o meno, è educazione, ma il fatto di suonare da come un imput ed una giustificazione a questa gente. Purtroppo il mondo è pieno di beoti e pure a me (avrò organizzato da me 3 concerti) è capitato di aver a che fare con persone disagiate che pretendono di essere "arrivate". L'umiltà è una virtù da rivalutare.
Share on Google Plus

About EdO-M

YDBCN è un collettivo di persone disagiate che odia la musica
    Blogger Comment