Ulvedharr - Ragnarök


Premetto dicendo che a me il viking e 'ste cose qua fanno venire l'orticaria. Chiamare un cd Ragnarök significa sfidare il mio sistema nervoso. Cosa hanno fatto questi Ulvedharr per placare il mio istinto omicida? Una discreta derivazione degli Unleashed e altro Death svedese.
Ero già pronto a scrivere righe di inimicizia ed invece mi vien da stringergli la mano. Ragnarök non sarà il cd più epico mai uscito nel 2014 ma è comunque un lavoro di pregevole fattura dalla produzione al riffing curato. Forse quello che fa perdere un po' di smalto alle canzoni è un cantato spesso un po' mono-nota e non impeccabile nelle metriche un po' stereotipate e prevedibili. Il grande lavoro ritmico aiuta sicuramente la composizione di patter funzionali ma molte volte è anche vero che non c'è grande spazio per giostrarsi su veri e propri ritornelli.
Ovviamente stiamo parlando di errori di inesperienza largamente sorvolabili nella resa finale della musica su cd, musica che sono sicuro abbia molto più da dire in sede live che impacchettata su cd. Molte delle ripartenze ed i pattern sempre impeccabili della batteria rendono molte di queste canzoni decisamente adatte ad una situazione di headbang o mosh pit. Tra rallentamenti e "tupa tupa" infernali gli Ulvedharr accontentano sia la legione mainstream dei fan dei Amon Amarth sia chi fottesega come me della roba vikinga che vuole sentire solo del buon Death Metal.



Tracklist

The Last Winter 04:39
Skjaldborg 06:05
Ragnarock 04:57
When The Fog Still Burn06:07
Bergheim 03:51
The serpent and The Wolf05:15
Valkyrias 05:03
Battle For Asgard 05:17

Recensore: Edoardo Del Principe

SENTENZA: Unleash The Beast



Share on Google Plus

About Edoardo Del Principe

YDBCN è un collettivo di persone disagiate che odia la musica
    Blogger Comment