C'era una band di nome Sinister


Quando è che la tua carriera si conclude artisticamente parlando? Quando pubblichi un cd con cover di altri gruppi (alcuni meno famosi del tuo)

Aad Kloosterwaard è un tipo così fissato con un certo suono ed un certo Death Metal che pure quando ha chiuso i Sinister ha continuato a fare i Sinister con un'altro nome costringendo di fatto, per non finire nel dimenticatoio, la resurrezzione della da poco defunta band olandese.
Dal 2005 ha fatto 5 cd sempre con scadenza biennale trovando etichette di medio rango che a livello indipendente hanno potuto dare la possibilità di perseguitare questa carriera oramai in piedi per i pochi fans rimasti che vogliono sentire solo To Mega Therion. I nuovi album sono senza giri di parole inutili, forse The Carnage Ending che mise quel pelo di tecnica in più ha avuto motivo di esistere, ma se ora mi dite che esiste una persona che cita trai suoi gruppi preferiti i Sinister, io, sinceramente, non ci credo. C'è talmente tanto buono in giro e c'è stato prima, dopo e durante la loro attività, anche negli anni d'oro che è come tifare per la morchia della Royal Rumble che sale per quarta nel ring.

Ad oggi i Sinister pubblicano un album di cover e nemmeno tanto interessanti..




1: Beneath The Remains: ci sta, alla fine stiamo parlando di un bel pezzo, e sentirlo tirato a lucido dato che i Seps (finti) non la fanno più può avere senso.

2: Exhume To Consume: esistono veramente tablature di questo orrore musicale? Non mi possono dire che l'hanno tirata fuori ad orecchio, Sono curioso per capire quanta immondezza hanno voluto riversare sul prossimo.

3: Unleashed Upon Mankind: esiste nel mondo qualcuno che vuole sentire una cover dei Bolt Thrower fatta dai Sinister?

4: Masterkiller dei Merauder: ma chi cazzo sono questi?

5: Beyond The Unholy Grave: ah, guarda, aspettavo proprio la cover di Scream Bloody Gore, nessuno l'ha mai fatta...

6: Under The Guillotine: Altra cover thrash zozza questa volta dei Kreator, una delle canzoni più "menesbatto" della loro discografia

7: Ridden Whit Desease: probabilmente l'unica cover che mi interessa sentire questa degli Autopsy...

8: Necrophliac: banale, ovvio, scontato, passo.

9: Radication Sickness: a quanti frega di una cover dei Repulsion?

10: Blasphiems Of The Flesh: una cover dei Carnage può avere senso solo se trasposta con intima fedeltà, attenzione.

Il risultato? Il cd più "ma che cazzo lo ascolto a fare" di quest'anno! Poco ma sicuro!

Share on Google Plus

About Edoardo Del Principe

YDBCN è un collettivo di persone disagiate che odia la musica
    Blogger Comment