Recensione EP "Death Metal Tsunami" dei Never Again


L'ignoranza è la migliore arma di ogni gruppo Death Metal.

La band ha rilasciato nel Marzo di quest'anno un terzetto di canzoni che vanno a rifocillare il già ampiamente rifornito bacino di band Swedishcore che abbiamo qua in Italia. Se è vero che penso di aver vomitato il pancreas ogni volta qualcuno abbia solo provato ad accennare gli At The Gates qua in Italia a questo giro devo dire che il lavoro è stato svolto con i giusti presupposti.

Un cantante devastante che veramente si mangia il microfono, vuoi anche perchè il mix te lo spara in primo piano, ma siamo davanti ad uno che non si risparmia sicuro, mette carica e violenza. La batteria riprende lo stile degli At The Gates per gli up-tempo infernali e quello degli In Flames della seconda metà del 2000 per i mid-tempo, un mix coraggioso ma perfettamente coerente all'interno di questi 3 pezzi. Tutte e 3 le canzoni sono al pari tra loro, solo poche, si, ma non c'è una canzone migliore dell'altra, il terzetto è un eccellente dimostrazione di ignoranza, cura del riffing e della melodia solo se strettamente necessario, altrimenti mazzate senza un perchè.
Devo dare lode a questi ragazzi che dovrebbero solo costruire una immagine su di se, attualmente vacua e poco personale, aggiustare diciamo l'impatto che hanno a livello "commerciale" perchè di potenziale ce ne è a livello musicale!



SENTENZA: Una dei cover artwork più brutti della storia dell'umanità




Recensore: Edoardo Del Principe

Share on Google Plus

About Edoardo Del Principe

YDBCN è un collettivo di persone disagiate che odia la musica
    Blogger Comment