Napalm Death - Apex Predator Easy Meat


I Napalm Death potrebbero non fare album, i fan hanno tutto quello che necessitano per adularli sino alla fine dei tempi. Le etichette ovviamente la vedono in modo diverso.
Apex Predator - Easy Meat riprende esattamente da dove si erano fermati gli inglesi. Continua la routine sperimentale del gruppo verso sonorità inclini al Noise, vari richiami al Death Metal più US oriented e qualche stravagante passaggio senza le urla luciferine di Barney. Va bene così perchè i Napalm Death sono persone intelligenti e non possono riproporre due volte lo stesso identico cd, non usciranno mai fuori da alcuni canoni ma sono artisti così competente da poter esplorare ogni possibilità nel range a disposizione. Così How The Years Condemn riprende le melodie di Greed Killing e Diatribes, One Eyed invece si connette al discorso Death-Oriented che accennavo. Hierarchies è il nucleo di riferimento delle sperimentazioni canore del cd con persino un coro in pulito.
Tutto 100% Napalm Death ma in continua metamorfosi verso qualcosa che il gruppo non abbia mai suonato. Se pur si tratta sempre degli stessi trademarks da almeno Smear Campaign, produzione compresa, è vero anche il gruppo del Meriden è sempre oscillato tra la matrice Hardcore e quella Death, sbilanciandosi ogni tanto più verso una o verso l'altra.
Possiamo dire che i Napalm Death se continueranno a fare un album ogni 3 anni probabilmente avranno sempre la voglia e il materiale per fare un cd che sia all'altezza del nome della band.
La formula è imbattibile, il contenuto superiore per qualità alla media dei cd di oggi. Potremmo inoltre sostenere come questo album possa essere senza grandi singoli un esempio di "All Killer, No Filler" (Che non è l'album dei Sum 41), i Napalm Death sono un'industria della morte e del dolore così ben oliata da non poter praticamente mai fallire. E se qualcuno osa contestare le derive sperimentali, credo che nessuno meglio di chi ha creato un genere possa sindacare su cosa o meno va fatto. I Napalm Death sono una bibbia.





Tracklist
1. Apex Predator - Easy Meat
2. Smash A Single Digit
3. Metaphorically Screw You 
4. How The Years Condemn
5. Stubborn Stains 
6. Timeless Flogging
7. Dear Slum Landlord...
8. Cesspits
9. Bloodless Coup
10. Beyond The Pale
11. Stunt Your Growth
12. Hierarchies
13. One-Eyed
14. Adversarial / Copulating Snakes

 Recensore: Edoardo Del Principe

SENTENZA: ALL KILLER NO FILLER 



Share on Google Plus

About EdO-M

YDBCN è un collettivo di persone disagiate che odia la musica
    Blogger Comment