Le principali differenze tra un'etichetta discografica ed uno studio di registrazione



Ok. Come titolo potrebbe non vuol dire un cazzo ma negli anni ho elaborato una teoria secondo la quale le cose si mischiano per il solo motivo di inculare a sangue gruppi e fargli defecare denaro.



L'etichetta discografica:

A) Comprende delle affiliazioni ad uno o più studi di registrazione anche solo per il master ed il missaggio
B) Possiede od è il titolare stesso l'art-director dei gruppi che segue nel processo di costruzione dell'identità musicale (foto, copertina, vestiario, endorser ecc)
C) Ha tra le sue schiere dei pubblicisti che possono vantare almeno di aver seguito dei corsi per chiamarsi tali. Il lavoro pubblicitario comprende a volte anche lo stesso ufficio stampa ma non è detto che ogni gruppo abbia il suo sopratutto in etichette indipendenti.
D) Non è detto ma c'è il caso che vi siano prestazioni di Agency dietro un'etichetta come la partecipazione a festival (di solito le label hanno degli slot da riempire nei vari festival o cose del genere)
E) Si paga. Purtroppo la musica è un bene di lusso e tutti sappiamo perchè. Quindi ci sono delle spese da affrontare in ogni caso, a parte se non firmi con la Warner (credo)
F) La musica prodotta spesso diviene di diritto dell'etichetta, non essere proprietari della propria musica ha i suoi pro ed i suoi contro, ma essenzialmente dipende dal tipo di contratto offerto.

Lo Studio di Registrazione (che si finge etichetta)

A) Lo studio di registrazione, bello o brutto che sia, anche una scheda audio è spesso intesa come tale, è un luogo dove le band sborsano fior di quattrini per registrare e andare sotto l'etichetta immaginaria dello studio
B) Non possiede un pubblicista o spesso c'è un'unica figura che racchiude tutti i ruoli
C) Non esiste un art-director
D) Non esistono legami di sponsorizzazione con agenzie, webzine o vari endorsment
E) La musica prodotta spesso rimane del gruppo dato che non vengono mai stipulati veri contratti ma solo u prestazioni in nero che non possono costituire in alcun modo una via legale per detenere la musica
F) Spesso i gruppi che fanno parte di questa etichetta sono in numero superiore a 20 ma nessuno ha mai sentito parlare di loro oltre la regione di appartenenza.
G) Il sito dell'etichetta è .blogspot o .wordpress
F) Il luogo dove viene esposto il merch sono le immagini di facebook
H) Gli dai soldi e loro ti comprano like su facebook
I) Spesso devi rifare master o missaggio perchè a loro "non va bene" il tuo anche se lo ha fatto Mularoni...


Io non sto dicendo che "chi si finge una etichetta" non offre un servizio ma non offre un vero servizio UTILE alla band per emergere. Il mio consiglio da DIY

A) Registra su un buono studio o da un conoscente molto fidato e capace e fategli fare TUTTO, registrazione, master e missaggio.
B) Affidati ad un pubblicista serio per promuovere la tua musica come Clawhammer PR o Nathan Birk, Earsplit promotion, insomma, gente che lavora sia con le etichette che per singoli gruppi.
C) Cerca di fare quante più date possibile nel tuo territorio e nel momento in cui riesci a fare due spicci spendili per entrare su un concerto dove potresti essere notato. Se hai i soldi che ti escono da ogni orifizio prendi uno slot per un tour, e tour dopo tour se la tua musica funziona investirai i ricavi per fare più utili in pieno stile (dei MERDOSISSIMI) Havok.
D) Be friendly, io non so come cazzo scriverlo però il concetto è che se siete delle belle persone, solari, simpatiche che fanno il loro lavoro e sapete interagire con le persone senza sembrare opportunisti o cagacazzo può essere che qualcuno senza che lo chiadete vi chiami per suonare.


Share on Google Plus

About EdO-M

YDBCN è un collettivo di persone disagiate che odia la musica
    Blogger Comment