Lights & Motion - Chronicle


Il post-rock ormai si sta smuovendo dai soliti lidi, e sembra aver trovato nuova forza nelle sonorità 'cinematografiche' che i suoi autori più recenti tendono a dargli. E' così anche per lo svedese Christoffer Franzén che in 3 anni pubblica 3 album calcando proprio questo nuovo filone. Questo 'Chronicle' di recente uscita non mi ha entusiasmato molto, a dire il vero. Sarà che ho ancora nelle orecchie il fantastico 'Bloom & Breathe' che tende a far alzare l'asticella delle aspettative; forse proprio per questo che non sono riuscito ad apprezzarlo sin da subito e a darne un parere maggiormente positivo. L'album in sé non è male. Presenta un post-rock con un'assidua presenza di sintetizzatori alla base che creano continui muri sonori, sopra ai quali si erigono le belle melodie d'accompagno che vanno a sfociare in soluzioni semplici ma d'effetto. Togliete ai Gates i ritornelli cantabili e le sfuriate hardcore ed avrete questo come risultato. Un album godibile, che insieme alle nuove uscite nel settore da un respiro fresco alle atmosfere ormai pesanti che s'erano venute a creare dai stilemi stilistici passati. Un album che apre il post-rock a tutti, senza grandi problemi.

P.S: Menzione speciale va fatta a Will Sutton per la bellissima cover dell'album. Una delle più belle (a gusto personale mio) viste negli ultimi anni.



Tracklist:
Fireflies
Glow
Antlers
Reborn
Northern Lights
Particle Storm
As the World Goes Away
Paper Wings
The Spectacular Quiet


Recensore: Federico Manciocchi

SENTENZA: La gente guarda troppo Interstellar



Share on Google Plus

About EdO-M

YDBCN è un collettivo di persone disagiate che odia la musica
    Blogger Comment