Recensione: Sickening - The Beyond "BruTTal"


I Sickening sono l'ennesimo esempio di come in Italia NO.
Fanculo mi rifiuto di cominciare così un'altra recensione. E mi rifiuto anche di apprezzare a prescindere l'ennesimo album Brutal Death Metal di evidentissima ispirazione USA, solo perché made in Italy.

Devo dire però che i fiorentini Sickening ci provano a fare qualcosa di leggermente differente.
L'aggiunta di arpeggi dissonanti, non più una novità oramai, ha il suo fascino e dona varietà e ulteriore complessità ai pezzi.
Per il resto siamo davanti ad un Brutal Death alquanto statico, che rimanda spesso ai Condemned, Disgorge e compagnia varia.
Neppure i "breebree" su "The Passage" aiutano a distaccarci più di tanto, ma alla fine son convinto che è quello che i ragazzi vogliono: rimanere ancorati ai canoni ispirandosi ai capisaldi del genere.
Inoltre la barriera che separa Brutal Death e Slam, viene varcata più volte, sia grazie ai viscidi rallentamenti che ovviamente al guttural untoso.
"...And Then New Light" è la punta di diamante del disco secondo me. Gli elementi su quel pezzo funzionano alla perfezione, grazie ad un riffing che fa molto Septycal Gorge ed a delle dissonanze che risultano abbastanza catchy, se entriamo nella logica del genere; se il modus operandi dell'intero cd fosse stato indirizzato più verso questo pezzo, giuro non avrei iniziato così la recensione.

Ascoltare per credere

Detto ciò non me ne vogliano i Sickening né tanto meno coloro che hanno apprezzato questo disco, ma il mio "sfogo" andava fatto. Premetto che ciò sarebbe potuto avvenire con qualsiasi gruppo Brutal nostrano che propone QUESTO tipo di Brutal, che sinceramente ha un pochino rotto le palle e vi assicuro che non parlo solo per me.

The Beyond Tracklist:

01. Into The Unknow
02. Crucified By Preconception
03. The Passage
04. Condemned Blind
05. The Slow Pace Of Suffering
06. ...And Then New Light
07. The Prophecies Of Eibon
08. Beyond The Threshold
09. Descent Into The Abyss

Recensore: Marco Gattini

SENTENZA: ITALIANS DO IT SAME



Share on Google Plus

About Marco Gattini

YDBCN è un collettivo di persone disagiate che odia la musica
    Blogger Comment