YDBCN intervista gli Ultra-Violence: storia di una band Thrash su Candlelight Records



Essere una band thrash metal su candlelight records è più o meno come vedere (al tempo) i Linea77 su Earache Records, non vi sentite un pesce fuor d'acqua? Come siete stati contattati dalla label e che offerte avete avuto per pubblicizzare questo cd?

Sì è vero! La Candlelight non è mai stata famosa per i gruppi thrash metal, più che altro ne ha avuti pochi ma buoni come ad esempio Defiance, Corrosion Of Conformity e Onslaught e più recentemente Havok, Shrapnel e Bio-Cancer. Siamo stati contattati inaspettatamente con una e-mail nel periodo in cui stavamo ancora promuovendo il nostro precedente album “Privilege To Overcome” e il nuovo album era ancora per lo più da scrivere. Dopo qualche mese di discussioni e contrattazioni abbiamo accettato più che volentieri la loro proposta e ci siamo messi al lavoro per concludere l'album al meglio.



A sentire Deflect The Flow pare che Exodus, Vio-Lence e Revocation siano trai vostri ascolti quotidiani, sbaglio?

Non sbagli affatto! Loro e molti altri gruppi, datati e recenti, sono quotidianamente tra i nostri ascolti. Oltre a questi i primi che mi vengono in mente sono Slayer, Testament, Megadeth, Onslaught oppure Angelus Apatrida, Havok, Sylosis, Gojira.



Il thrash metal è secondo me un genere molto statico, credete ci sia futuro per fare questo genere senza incappare in alchimie e mescolanze con altri generi? (anche se voi siete la prova che non lo è ma siete più un rarità che la norma)

Grazie! Non è facile suonare thrash metal senza risultare scontati o riportare alla mente qualche altro gruppo già esistente. È vero, uno dei modi per tentare di uscire dalla mischia è quello di combinare il thrash con altri generi, ma anche in questo caso è già stato provato di tutto. Secondo me l'unica è cercare di trovare il proprio stile e il proprio sound personale. Devi essere riconoscibile dopo pochi secondi di ascolto, allora vuol dire che veramente hai trovato il modo per distinguerti.



Raccontateci la storia della band ed il disagio che vi ha portato a formare questo gruppo e suonare questa musica

Ahahahah, disagio sicuramente tanto! Ci siamo conosciuti a scuola, avevamo 14/15 anni, abbiamo iniziato a suonare insieme in garage e ci siamo appassionati al thrash metal. Abbiamo praticamente imparato a suonare insieme e iniziato a comporre canzoni nostre. Da quel momento ad ora abbiamo cercato di fare sempre meglio.




Gli Exodus meglio con Souza o con Dukes?

Non sono uno di quelli che “odiano” Dukes, anche perchè mi piacciono molto alcuni album cantati da lui, come “Exhibit B: The Human Condition”. Però dopo averli visti entrambi in azione dal vivo posso affermare senza dubbi che Souza è la voce insostituibile degli Exodus. Frontman incredibile sia per tenuta di palco e carisma, sia per prestazione e doti vocali. Ha quella voce inimitabile che ha fatto la storia del thrash metal!


Consigliateci 5 gruppi italiani underground

Alkoholizer, Blindeath, Game Over, Injury, Madmaze.




Avete già in progetto di muovervi all'estero, sopratutto in America? Sperare di fare tour in Europa con un reale profitto è quasi utopia, saresti disposti ad un cambio di vita temporaneo se vi fosse richiesto?

Abbiamo in programma di fare qualcosa in Europa dopo l'estate, per l'America non abbiamo ancora pensato a nulla. È molto dispendioso, trasportare la strumentazione in aereo poi è costosissimo. Speriamo di andarci presto, magari trovando un accordo con qualche booking agency. Per quanto riguarda il cambio di vita ti posso dire che io vivo per questo e partirei in tour mondiale domani mattina, quindi sì! Ahah!


Siete la prova che dare alla band un nome di un cd storico al genere non porta sfiga, cosa ne pensate? Conoscete altre band che oltre a voi 

Non dico che il fatto che il nostro nome sia uguale all'album di debutto dei Death Angel è un caso, ma quasi. Perchè in realtà deriva dal film Arancia Meccanica su cui si basano anche le nostre grafiche. In ogni caso, per rispondere alla tua domanda, anche solo restando in Italia troviamo i Game Over che portano il nome del debutto dei Nuclear Assault. Oppure mi vengono in mente i Bonded By Blood, gruppo californiano chiamato come il famosissimo primo album degli Exodus.



Di che cosa trattano di solito i vostri testi?

Dire una cosa tra “birra” “satana” “la chiesa” vi abbasserà di un voto la recensione

Ahah! Abbiamo affrontato diverse tematiche, non ne abbiamo una riccorrente. Sul nuovo album ci esprimiamo riguardo la guerra, la pena di morte, la società odierna e quello che i media ci nascondono. Qualche volta ci lasciamo andare anche a testi più fantascientifici come in “Fractal Dimension”. Ci terrei a dire che il testo di “Why So Serious?” è composto esclusivamente da citazione del Joker di “The Dark Knight” interpretato dall'attore prematuramente scomparso Heath Ledger.



Concludete l'intervista come meglio credete (potete pure insultarci)

Ahah, invece vi ringraziamo molto per il vostro interesse e per questa intervista. Ringraziamo anche tutti i lettori e chi ci segue qui in Italia, ciao!
Share on Google Plus

About Edoardo Del Principe

YDBCN è un collettivo di persone disagiate che odia la musica
    Blogger Comment