Obscure Infinity - Perpetual Descending into Nothingness


Sapevo già, ancor prima di dare il primo ascolto a questo disco, che mi sarei trovato di fronte ad un macigno di ciò che possiamo realmente definire Death Metal. A volte, questo sottogenere viene usato per etichettare band che col Death Metal in realtà non hanno niente a che fare, ma non è questo il caso. Già dal nome della band possiamo capire dove si va a parare. Per chi non lo sapesse, “Obscure Infinity” è una canzone dei “Grave”, una delle migliori Death Metal band, a mio modesto parere. Il disco vuole riesumare l’Old School del Death, mostrando come un genere, nato molti anni fa, possa ancora sorprendere, emozionare e soprattutto risultare attuale!
Il disco si apre con un Intro che devo dire sembra condurci verso un disco Power più che Death, ma risulta comunque gradevole. Nelle restanti otto tracce possiamo osservare come il quintetto tedesco riesca ad offrire sia le tipiche sferzate violente tipiche del Death Old School, che vari virtuosismi che un po’ mi riportano al buon vecchio “Human” dei Death. Generalmente il disco scorre piuttosto bene, con la presenza di qualche traccia sottotono sì, ma non così grave da penalizzare l’intero album. Voglio evidenziare due canzoni in particolare, ovvero “Expiration of The Lost” e “From Odium and Disease”, dove gli Obscure Infinity tirano fuori tutta la rabbia che hanno, sfociando quasi in un black vecchia scuola. Infine, come si suol dire, “Dulcis in Fundo”, la nona traccia conclusiva è la vera perla del disco: “Beyond Spheres and Madness”. 7:45 minuti che riassumono 30 anni di storia del Death Metal, impossibile non apprezzarla. Direi che è davvero un gran piacere vedere che nel 2015 esistono ancora band capaci di far appassionare ancora una volta al buon vecchio Death Metal. La Germania si conferma quindi anche stavolta la fucina per eccellenza di metal estremo, come lo è sempre stata, e probabilmente come sempre sarà.



Tracklist
1. Entering the Hall of Eternity (Intro) 01:31 instrumental
2. Sorcery of the Black Souls 04:59 
3. Expiration of the Lost 04:41 
4. The Uttermost Descend 04:28 
5. A Forlorn Wanderer 05:17 
6. Into the Undertow 03:17 
7. Descending into Nothingness 05:53 
8. From Odium and Disease 04:07 
9. Beyond Spheres and Time 07:44 

Recensore: Alberto Orbi

SENTENZA: Profondo Rozzo



41:57
Share on Google Plus

About Edoardo Del Principe

YDBCN è un collettivo di persone disagiate che odia la musica
    Blogger Comment